Osservare
    Ritornare
    Condividi

    Il ritorno degli uccelli migratori

    Gli uccelli migratori annunciano la primavera. Le diverse specie si spostano secondo un calendario preciso. Gli storni e le ballerine bianche arrivano i primi giorni di primavera, i rondoni comuni e gli usignoli tornano durante gli ultimi giorni di aprile.

    In generale, le specie di uccelli che svernano nel bacino mediterraneo e che devono percorrere un piccolo tragitto, arrivano prima rispetto a quelli che tornano dall’Africa tropicale.

    Le condizioni meteorologiche possono modificare il piano di volo degli uccelli migratori di qualche giorno ma non lo cambiano in maniera sostanziale. Viceversa, i cambiamenti climatici portano diverse specie a tornare in Svizzera qualche giorno in anticipo rispetto a trent’anni fa.

    «Una rondine non fa primavera». Questo proverbio mostra bene che all’interno della stessa specie, non tutti gli individui ritornano nello stesso momento. Le prime rondini sono generalmente osservate intorno al 20 marzo, la maggior parte degli individui nella prima metà di aprile e gli ultimi solo alla fine di maggio. In molte specie, i maschi ritornano qualche giorno prima delle femmine per occupare un buon sito di nidificazione.

    Calendario del ritorno degli uccelli migratori

    Fine febbraio

    Inizio marzo

    Metà marzo

    Fine marzo

    Inizio aprile

    Metà aprile

    Fine aprile

    Inizio maggio

    Metà maggio

    Questi dati valgono per l’Altipiano svizzero. In Ticino oltre che nelle regioni temperate al bordo del lago Lemano e a Basilea, gli uccelli migratori si rivedono un po’ prima, nelle zone delle Prealpi un po’ più tardi.