Cicogna bianca

      Ciconia ciconia

      Informazioni

      Sin dall'antichità la Cicogna bianca è stata adorata e protetta da alcuni popoli quale messaggero di fecondità. L'intensificazione dell'agricoltura e i moderni metodi di coltivazione hanno creato numerosi problemi a questo trampoliere che oggi non riesce più a trovare nutrimento a sufficienza per i suoi piccoli. Altre difficoltà le vengono dalla sua predilezione per i prati umidi che sempre più spesso vengono drenati, dalle collisioni con cavi aerei, dall'uso di pesticidi e dalla pressione venatoria nelle regioni che attraversa durante la migrazione e nei quartieri invernali. Attualmente, grazie all'ambizioso progetto di reintroduzione di Max Bloesch, in Svizzera gli effettivi di Cicogna bianca sono di nuovo in aumento. Se vogliamo che questi fieri uccelli riescano a sopravvivere da noi anche in futuro, dobbiamo tuttavia creare e rivalorizzare per loro habitat idonei.

      Voce

      Status (in CH)
      Nidificante/migratrice/svernante regolare rara, migratrice/svernante regolare infrequente
      Calendario annuale
      L'illustrazione mostra sulla prima linea in quale stagione la specie viene osservata regolarmente in Svizzera. La linea mediana indica il periodo tipico della migrazione
      Calendario annuale
      Calendario annuale

      Fatti

      Effettivi in Svizzera (coppie)
      370 - 460 (2013-2016)
      Comportamento migratorio
      Migratrice a corto raggio o su lunga distanza
      Migratore diurno/notturno
      Migratore diurno
      Dimensione (cm)
      100-115
      Apertura alare (cm)
      183-217
      Massa corporea (g)
      3000-3500
      Sito di nidificazione
      edificio, albero
      Nutrimento
      piccoli mammiferi, lombrichi, insetti, anfibi
      Gruppo
      Cicogne
      Habitat
      zone umide, laghi, corsi d'acqua, zone agricole, zone urbane
      Distribuzione
      Distribuzione
      Distribuzione