Differenziare frammentazione e perdita di habitat

    Per proteggere le specie minacciate è indispensabile conservare il loro habitat. È quindi essenziale comprendere meglio i fenomeni che lo influenzano.

    La Tottavilla, specie considerata vulnerabile in Svizzera, predilige in Vallese i vigneti con vegetazione bassa e rada.
    La Tottavilla, specie considerata vulnerabile in Svizzera, predilige in Vallese i vigneti con vegetazione bassa e rada.
    Foto © Ralph Martin

    La perdita e la frammentazione degli habitat contribuiscono in maniera determinante al declino della biodiversità. Poiché la frammentazione implica anche una perdita di superficie, è difficile distinguere gli effetti di questi due distinti processi. È tuttavia importante comprenderne le interazioni per poter definire obiettivi di superficie al momento della pianificazione del territorio.

    Uno studio condotto da Laura Bosco e Alain Jacot, dell’antenna vallesana della Stazione ornitologica svizzera a Sion, ha proprio lo scopo di determinare separatamente l’influsso di questi due fattori sulla scelta dell’habitat della Tottavilla. Tra il 2014 e il 2016, 49 individui sono stati inanellati ed equipaggiati con trasmettitori, in modo da poter monitorare la loro scelta dell’habitat. La qualità di quest’ultimo, in questo caso i bei vigneti inerbiti vallesani, è stata classificata mediante immagini satellitari.

    I risultati mostrano che è rilevante differenziare i due processi: nei territori in cui ci sono pochi vigneti inerbati, cioè meno del 20 % della superficie, la frammentazione ha un effetto negativo. Ciò implica che, nel quadro di misure di conservazione, i vigneti inerbiti dovrebbero essere contigui. Quando il territorio è costituito da un’elevata percentuale (più del 30 %) di vigneti inerbiti, questi ultimi dovrebbero invece essere frammentati e non aggregati. In questo caso, la frammentazione conduce infatti a un mosaico di habitat diversificati. Bisogna quindi tener conto di queste raccomandazioni al momento di decisioni in materia di pianificazione del territorio che siano favorevoli alla conservazione delle specie.

    Bosco, L., S. A. Cushman, H. Y. Wan, K. A. Zeller, R. Arlettaz & A. Jacot (2020): Fragmentation effects on woodlark habitat selection depend on habitat amount and spatial scale. Anim Conserv 24: 84–94. https://doi.org/10.1111/acv.12604.