Alimentare gli uccelli in inverno (09.12.2019)

    Quando d'inverno fa molto freddo e il vento soffia forte, ci piace ritirarci nella nostra accogliente casa. Allora sentiamo il desiderio di offrire anche agli uccelli selvatici un po' di aiuto attraverso una mangiatoia. Tuttavia andrebbero prese in considerazione alcune indicazioni.

    Dove si incontrano molti uccelli (nella foto passere mattugie), c'è il rischio che si infettino a vicenda con malattie. Quando si alimentano degli uccelli occorre pertanto garantire una buona igiene.
    Dove si incontrano molti uccelli (nella foto passere mattugie), c'è il rischio che si infettino a vicenda con malattie. Quando si alimentano degli uccelli occorre pertanto garantire una buona igiene.
    Foto © Marcel Burkhardt Immagine in qualità di stampa
    Le bacche degli arbusti locali non sono solo una fonte di cibo per i ciuffolotti (nella foto una femmina), ma anche per molti altri piccoli uccelli. Dal nettare dei fiori o dalle foglie invece traggono beneficio numerosi insetti.
    Le bacche degli arbusti locali non sono solo una fonte di cibo per i ciuffolotti (nella foto una femmina), ma anche per molti altri piccoli uccelli. Dal nettare dei fiori o dalle foglie invece traggono beneficio numerosi insetti.
    Foto © Marcel Burkhardt Immagine in qualità di stampa
    L’utilizzo gratuito è consentito solo nell'ambito di questo comunicato stampa e con la citazione corretta dell'autore.

    L' alimentazione di piccoli uccelli come la Cincia maggiore e il Pettirosso è particolarmente popolare in inverno. Di solito i nostri uccelli indigeni trovano cibo a sufficienza anche durante l'inverno. L'alimentazione complementare da parte dell’uomo è quindi un aiuto alla sopravvivenza, soprattutto per gli animali indeboliti e durante un rigido inverno.

    Una mangiatoia permette tante osservazioni emozionanti e spesso sentiamo il bisogno di aiutare i nostri amici piumati. Dal punto di vista della Stazione ornitologica di Sempach, non c’è motivo di obiettare contro il dare cibo ai piccoli uccelli, purché sia fatto correttamente. In particolare, gli aspetti igienici devono essere presi in considerazione al momento dell'alimentazione. Molti agenti patogeni vengono trasmessi da un uccello all'altro attraverso gli escrementi, quindi non devono entrare in contatto con il cibo.

    Per questo motivo si raccomandano mangiatoie a forma di silo centrale o con spazi stretti e lunghe. Anche il mangime che cade a terra dovrebbe essere rimosso regolarmente. Meglio se le mangiatoie hanno un tetto sporgente, in modo che il mangime rimanga asciutto e non inizi a formarsi muffa. Quindi meglio essere cauti prima che dispiaciuti dopo – proprio perché un luogo di alimentazione attrae anche individui più deboli o addirittura malati.

    Se volete invece aiutare gli uccelli in modo più duraturo, potete piantare nel vostro giardino delle piante locali. Queste piante da un lato servono indirettamente ai nostri uccelli perché sono una fonte di cibo più preziosa per gli insetti rispetto alle piante esotiche. Gli insetti sono il cibo principale di molti giovani uccelli. D'altra parte, le bacche e i semi sono un alimento molto ambito per molti piccoli uccelli. I semi di Cardo, per esempio, sono apprezzati dai cardellini, mentre le bacche del Viburno vengono mangiate dai ciuffolotti. Le piante locali offrono così cibo gratuito tutto l'anno.

    Una corretta alimentazione invernale dovrebbe soddisfare i seguenti punti:
    • Offrire cibo fresco tutti i giorni, meglio la sera circa 2 ore prima del crepuscolo. Mettere la quantità di cibo necessaria per 24 ore.
    • Allestire la mangiatoia in un luogo aperto che offra la possibilità di rifugio nelle vicinanze (albero, cespuglio).
    • Offrire miscele di mangimi collaudate per uccelli granivori e insettivori: vanno bene semi di girasole, semi di canapa, noci e nocciole; semi di grano sono molto apprezzati da passere e colombe; da evitare sono le miscele con semi di ambrosia.
    • Mantenere il mangime asciutto e proteggerlo da sporcizia ed escrementi; pulire regolarmente la mangiatoia.

    Ulteriori dettagli
    Foglio informativo „Alimentazione dei passeracei“: 
    www.vogelwarte.ch/alimentazione-dei-passeracei
    I visitatori più frequenti alla mangiatoia:
    www.vogelwarte.ch/uccelli-alla-mangiatoia

    Mangiatoie della Stazione ornitologica
    Mangiatoie che soddisfano tutti i requisiti possono essere ordinate come kit da montare presso la Stazione ornitologica svizzera. Vengono prodotti in officine protette della Fondazione Brändi in legno certificato FSC.
    www.vogelwarte.ch/it/shop/cassette-nido-e-mangiatoie

    Altre informazioni

    Stazione ornitologica svizzera
    6204 Sempach
    Tel. 041 462 97 00
    info@vogelwarte.ch

    Comunicato stampa