Uccelli e canicola (25.07.2022)

    Ha fatto un caldo eccezionalmente nelle scorse settimane. Come noi, anche gli uccelli devono affrontare queste alte temperature. Sebbene siano ben equipaggiati per farlo, possiamo sempre offrigli un aiuto supplementare: difatti, gli uccelli apprezzano molto l’ombra fornita dagli arbusti indigeni piantati nei nostri giardini e le offerte di acqua fresca, rinnovata quotidianamente.

    Come noi umani, anche gli uccelli (qui un Fringuello) amano fare il bagno quando fa molto caldo. Per garantirne l’igiene è importante sostituire l’acqua almeno una volta al giorno.
    Come noi umani, anche gli uccelli (qui un Fringuello) amano fare il bagno quando fa molto caldo. Per garantirne l’igiene è importante sostituire l’acqua almeno una volta al giorno.
    Foto © Marcel Burkhardt Immagine in qualità di stampa
    L’utilizzo gratuito è consentito solo nell'ambito di questo comunicato stampa e con la citazione corretta dell'autore.

    Sempach. – La Svizzera sta attraversando una nuova ondata di calore. Così come noi umani, pure la natura deve affrontare la canicola. Gli uccelli lo fanno grazie a degli adattamenti che gli facilitano la vita in caso di temperature elevate. Con una temperatura corporea di circa 41°C sono in grado di tollerare il caldo molto meglio di noi, sopportando generalmente bene un aumento della temperatura corporea fino a 46°C.

    Gli uccelli non perdono molti liquidi dal momento che i loro escrementi contengono pochissima acqua. Non sudando, limitano così ulteriormente la perdita di liquidi, ciò che però rende loro più difficile il raffreddamento. Per rinfrescarsi ansimano, come fanno i cani. Inalando ed espirando attraverso il becco aperto l’acqua evapora riducendo il calore. 

    Gli uccelli adattano anche il loro comportamento e riducono gli spostamenti mentre fa tanto caldo. Concentrano le loro attività nelle ore più fresche del mattino e della sera, prediligono luoghi ombreggiati, fanno il bagno e bevono più sovente.

    Cespugli e arbusti indigeni sono molto preziosi nei giardini. Offrono ombra, rinfrescano l’ambiente e forniscono insetti come cibo. Lo stesso vale perle facciate ricoperte di vegetazione. Quando gli uccelli hanno sete posso facilmente volare fino ad punto d’acqua; non bisogna dunque preoccuparsi per loro. Apprezzano però volentieri una ciotola o altro piccolo contenitore riempito di acqua fresca, per bere o rinfrescarsi, ma per poca che sia quest’acqua va cambiata giornalmente per garantire una buona igiene. Così, i nostri uccelli supereranno quest’ondata di calore senza grandi problemi.

    Un Rondone a terra – cosa fare ?
    Durante i caldi giorni estivi, i giovani Rondoni caduti dai nidi vengono raccolti. Soffrono il caldo, siccome nei loro nidi situati sotto ai tetti la temperatura può superare i 50°C.
    Ancora incapaci di volare, il giovani tentano di sfuggire al calore arrampicandosi fino al bordo del nido e cadono al suolo. Senza un aiuto morirebbero siccome i genitori non li nutrono più fuori dal nido. Bisogna consegnarli ad una stazione di cura per portegli fornire un aiuto professionale. Ulteriori informazioni su:
    www.vogelwarte.ch/it/uccelli/domande-e-informazioni/giovani-uccelli/cosa-fare-con-un-rondone

    Un giardino per gli uccelli
    I giardini favorevoli agli uccelli possono contribuire a migliorarne le condizioni di vita. Si distinguono per piante indigene, ambienti variati e vicini alla natura e una manutenzione selettiva e appropriata. Ulteriori informazioni su: www.vogelwarte.ch/giardino

    Altre informazioni

    Arno Schneider
    Stazione ornitologica svizzera – Antenna ticinese
    Tel. 091 840 12 91
    info.ti@vogelwarte.ch

    Comunicato stampa